Località termali attiveCalabria

Cerchiara di Calabria (CS) – Grotta delle Ninfe

Arroccato alle falde del Monte Sellaro, ad oltre 700 mt. slm, Cerchiara è dominata dai resti di un castello medioevale e si affaccia sulla pianura di Sibari, in un alternarsi di paesaggi e colori che ne caratterizzano lo splendido panorama.
Alcuni ritrovamenti archeologici (a Balze di Cristo e Lupatello) fanno risalire il primo insediamento umano già in epoca paleolitica. Durante il periodo bizantino, con il nome di Ciclarium, assunse importanza per la presenza di varie realtà monastiche (IX sec.).
La località, all’interno del Parco Nazionale del Pollino, è caratterizzata da un complesso di grotte – rifugio, nel passato, dei monaci basiliani – tra cui l’affascinante Abisso del Bifurto profondo 683 mt., la grotta Serra del Gufo e la Grotta delle Ninfe. Importante il Parco Comunale archeologico – speleologico della Cessuta, con vari sentieri ed itinerari suggestivi che arrivano fino alla cime del Monte sellaro (1439 mt. slm) e ricco di boschi di oleandro, cerro, leccio, farnetto, varie conifere e altre piante. Nei dintorni da visitare la Gola del Caldarello, il Santuario della Madonna delle Armi scavato in parte nella roccia (XV sec.), il Palazzo della Piana, fortificato e realizzato dalla Famiglia Pignatelli nel XVII sec. ed il Parco del Pollino.
Cerchiara fa parte del circuito delle Città de Pane, grazie alla particolare tipologia di pane prodotta in loco: una pagnotta di circa 3 Kg. con gobba prodotta con farina bianca, crusca, lievito madre e acqua.
Poco fuori dal centro abitato si trova la Grotta delle Ninfe Lusiadi, uno stretto canyon incavato in uno sperone roccioso, che, secondo la leggenda, nascondeva l’alcova della Ninfa Calipso, citata anche nell’Odissea di Omero. In questa grotta calcarea, scorre un ruscello di acqua sulfurea che ha formato una piscina naturale con temperatura d’acqua costante a 30° e con fanghi terapeutici. Queste acque alimentano anche il complesso termale costruito vicino alla grotta.

Le acque

Sorgente di acqua calda sulfurea che sgorga ad una temperatura 30°C. Dal punto di vista scientifico l’acqua di Cerchiara è un’acqua minerale omeotermale sulfureo-carbonica, solfato-bicarbonato-alcalino terrosa che annovera tra le sue peculiarità la presenza di due gas disciolti quali l’idrogeno solforato e l’anidride carbonica.

Indicazioni terapeutiche

Grazie alla consistente presenza di zolfo in sospensione, queste acque sono particolarmente adatte alla cura delle patologie dermatologiche (acne, dermatiti, psoriasi) e alla levigatura e rassodamento della pelle.

Le cure ed i trattamenti

  • Balneoterapia
  • piscine termali.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button