Località termali attiveToscana

Gambassi Terme (FI) – Terme della Via Francigena

Situato nella Val d’Elsa, Gambassi è un piccolo borgo di circa 4.700 anime abitato fin dai tempi del neolitico, ma il periodo di maggior popolamento della zona si registra nell’epoca etrusco-romana, come testimoniano i numerosi reperti ritrovati in varie località. E’ diventato Comune autonomo da Montaione, di cui prima faceva parte, dal 1917, mentre dal 1977 il suo nome è diventato “Gambassi Terme”, a sottolineare l’importanza delle preziose acque termali che sgorgano a Pillo, ove sorge l’imponente Villa Incontri col suggestivo parco.
Al centro di uno dei più interessanti circuiti di città medioevali della Toscana, insieme a Certaldo, Castefiorentino e San Gimignano, e crocevia delle antiche Vie Francigena e Volterrana, Gambassi è un gioiellino di arte e cultura da visitare.
Visitare il centro storico di Gambassi significa attraversare strade strette, ripide e a scomparsa, dove ci si accorge della grande cura nel restauro e nella manutenzione mirati alla salvaguardia architettonica del luogo.
Come in tutti i borghi della Toscana, anche Gambassi Terme aveva un edificio principale che era anche il centro della vita sociale ed economica del paese. Questo edificio era normalmente il castello del Signore del Borgo.
Per questa ragione nelle prime documentazioni storiche si trovano spesso riferimenti al Castello di Gambassi indicando con tale espressione ciò che oggi è la parte centrale e storica del paese.
Del Castello di Gambassi, rimangono solo alcune tracce che si possono scorgere camminando tra le vie cittadine. Si trattava di una fortificazione del XII secolo fatta erigere dal Vescovo di Volterra col nome di Castrum Novum per distinguerlo dal Castrum Vetus del quale si è persa ogni traccia.
L’antico Castello di Gambassi corrisponde oggi al centro storico del paese con le strade strette e gli edifici in pietra e mattoni. La prima attestazione scritta che riguarda il castello di Gambassi risale al 1037, quando Guido del fu Ranieri cedeva al vescovo di Volterra una porzione di quanto in esso vi possedeva.

Tramite successive donazioni (importante è quella dell’ultimo dei conti Cadolingi, nel 1115), il castello di Gambassi si consolida proprietà dei vescovi volterrani fino alla fine del XII secolo.
Alle porte del paese molto interessante l’edificio in stile romanico della Pieve di Santa Maria Assunta a Chianni che risale alla fine del XII secolo. Sono interessanti da visitare anche la Chiesa di Cristo Re, la Chiesa di San Giovanni Battista a Varna, la Chiesa della Misericordia con pregevoli statue in terracotta, il Castello di Camporbiano, l’Abbazia di San Pietro a Cerreto (XI secolo), il Santuario di Montignoso. A Poggio all’Aglione, verso Montaione, si trovano interessanti testimonianze archeologiche, tra cui i resti di una cisterna romana del II° sec. d.C.
Molto bello il Parco Comunale di Gambassi, ricco di pini neri, robinie, ippocastani, lecci, cipressi e faggi rossi.
Le produzioni agricole e zootecniche della zona, portano sulla tavola numerosi prodotti e piatti di qualità, a partire dal vino Chianti DOCG e dall’Olio extravergine di Oliva, formaggi, ortaggi, legumi, tartufi, castagne, farro e grano duro, utili per una gastronomia che vede piatti tradizionali come la minestra di pane, la minestra di pasta e fagioli, la pappa al pomodoro, i fagioli alla contadina e tanto altro ancora.

Le acque

Le acque presenti alle Terme di Gambassi sono principalmente salse, solfate, alcalino-terrose e scaturiscono alla temperatura di 34°C dalla sorgente Pillo.

Indicazioni terapeutiche

Le indicazioni terapeutiche riguardano malattie dell’apparato respiratorio, gastroenterico, dell’apparato urinario, patologie epatiche e biliari; si curano anche affezioni dermatologiche e ginecologiche.

Le cure ed i trattamenti

Lo stabilimento propone vari trattamenti, tra cui:

  • inalazioni
  • elioterapia
  • massaggi
  • idrocolonterapia
  • cure idropiniche
  • oltre ad un centro estetico e ad un reparto riabilitativo per pazienti affetti da morbo di Parkinson, sclerosi multipla ed emiplegia, completano l’offerta sauna, fangoterapia, idromassaggi ed elioterapia.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button