Località termali attiveUmbria

Cerreto di Spoleto (PG) – Bagni di Triponzo

Testimonianze duecentesche parlano di Cerreto di Spoleto come di un castrum di epoca longobarda con varie torri di vedetta atte a controllare le vie del commercio che attraversavano le valli circostanti.
L’antico borgo riprende il suo nome dalle tante foreste di cerri che crescono nelle aree circostanti ed è anche conosciuto come il “Paese dei Ciarlatani”, appellativo inserito nel vocabolario della Crusca nel 1612.
Cerreto di Spoleto si trova in una posizione particolarmente incantevole, con il fiume Nera che scorre alle pendici del suo castello e si alterna a campi coltivati e boschi fluviali di salici, poppi, ontani. La cittadina si presta a itinerari da percorrere a piedi, in bicicletta o a cavallo ed è conosciuta per la raccolta dei tartufi neri. Dal punto di vista turistico, il monumento più conosciuto di Cerreto è il monastero di San Giacomo del XIV-XV secolo ma l’attrazione principale è senza dubbio il sito termale dei Bagni di Triponzo. Nientemeno che il poeta Virgilio ne parla nell’Eneide descrivendo queste terme come il luogo dove l’acqua cristallina del fiume Nera si sposa con quella sulfurea bianca, tinta dalle sorgenti termali.

Le acque

Costruiti in Umbria nel 1887 sopra l’antica struttura romana, i Bagni di Triponzo sono incastonati nel cuore della Valnerina, circondati e protetti da boschi e alberi secolari.
L’acqua inizia il suo cammino nel Parco dei Monti Sibillini e dopo un lungo periodo trascorso nelle oscure profondità, l’acqua sulfurea emerge arricchita di calcio e solfati ad una temperatura di 31° gradi. Questa sorgente termale pertanto è sulfurea, solfata, magnesiaca e ricca di sali minerali.

Le indicazioni terapeutiche

Le componenti della sorgente di Cerreto rendono quest’acqua adatta alla cura di affezioni intestinali, concrezioni urinarie, artriti e delle patologie della pelle come eczemi, acne e dermatite.

Le cure e i trattamenti

Dal momento che quest’acqua fluisce alla temperatura di 31°C, indipendentemente dalla stagione e dal clima, numerose testimonianze dimostrano che a Cerreto la balneoterapia si effettuasse già anticamente per disinfiammare le articolazioni o per purificare e rinnovare il derma. Attualmente nel centro termali è possibile usufruire di

  • vasche termali
  • trattamenti estetici
  • massaggi
  • sauna
  • bagno turco
Dal momento che quest’acqua fluisce alla temperatura di 31°C, indipendentemente dalla stagione e dal clima, numerose testimonianze dimostrano che a Cerreto la balneoterapia si effettuasse già anticamente per disinfiammare le articolazioni o per purificare e rinnovare il derma.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button