Località termali attiveUmbria

Spello (PG) – Terme Francescane

Tra Assisi e Foligno, sul colle Sant’Elia e con alle spalle il Monte Subasio, è adagiata Spello, uno dei Borghi più belli d’Italia. Giulio Cesare la definiva “splendidissima colonia Jiulia”. Il centro storico della città è all’interno delle sue mura con le Porte romane (la Porta Urbica, la Porta Consolare e Porta Venere) e le torri di Properzio. Vi si trovano la Colleggiata di Santa Maria Maggiore (XII – XIII secolo) che custodisce all’interno la Cappella Baglioni, dal nome dei conti di Spello, affrescata dal Pinturicchio e anche la Chiesa di Sant’Andrea dove si trova la Madonna in Trono e Santi sempre di Pinturicchio. Si possono visitare, inoltre, tra stradine sali e scendi e scorci affascinanti, la Chiesa di San Lorenzo che presenta una facciata veramente suggestiva, con loggia del XII secolo, rosoni del XVI ed elementi decorativi del VIII., la residenza dei Conti Baglioni, il Palazzo Comunale affacciato su Piazza della Repubblica, Palazzo Urbani, Villa Fidelia (XVII sec.) con il suo spettacolare Parco, la Rocca trecentesca chiamata Albornoziana, con la sua visuale mozzafiato sulla vallata del Topino, la Casa romana, risalente al I secolo d. C. e con pavimentazione a mosaico, l’impluvium, decorazioni e mosaici molto belli, la Pinacoteca, il Teatro Subasio, l’arco e l’anfiteatro romano.
Una particolarità di Spello sono i vicoli infiorati e la Festa dell’Infiorata del Corpus Domini, tra maggio e giugno di ogni anno, dove tutte le strade del borgo medioevale si trasformano in un gigantesco tappeto di fiori che richiamano temi e figure di arte sacra.
La città è anche nota per le coltivazioni e la produzione di olive “Moraiolo” da cui si ricava l’ottimo olio extravergine locale (l’Oro di Spello) che ben si accompagna ad altri prodotti e piatti della tradizione locale, tra cui la pasta fatta in casa, i legumi (i fagioli risina, i ceci, la cicerchia), il pane, gli gnocchi di patate rosse di Colfiorito al ragù d’oca, gli strangozzi al tartufo, la torta al testo, il piccione, la faraona, le zuppe, gli strufoli e tanto altro ancora. Il tutto bagnato con i vini del Cantico
Suggestive ma poco conosciute sono infine le Fonti del Clitunno, sorgenti nelle quali si narra dimorasse il Dio Clitunno, situate nei pressi delle Terme Francescane, località termale ben più nota e rinomata che si trova in bel parco dove sgorgano sorgenti di acqua solforosa dalle numerose proprietà. Uno splendido lago conferisce al luogo un’atmosfera d’incanto inserita nel tipico paesaggio umbro regalando sensazioni di grande relax.

Le acque

Dalle terme Francescane di Spello sgorga un’acqua mediominerale sulfurea proveniente dalla fonte di San Felice che ha una composizione chimica tipica delle acque solfuree, bicarbonato calciche, alcalino-terrose.

Le indicazioni terapeutiche

L’acqua che si sfrutta presso lo stabilimento Terme Francescane Village è un’acqua solfurea indicata per la cura delle patologie riguardanti le prime vie aeree, la cura delle patologie a carico dell’apparato locomotore come reumatismi infiammatori cronici, reumatismi extrarticolari, la cura delle patologie dell’apparato circolatorio come fleboterapie, sindromi post flebitiche, varici ed artereoterapie obliteranti, la cura dei processi digestivi con azioni protettive nei confronti del fegato, la cura di affezioni del derma quali acne, dermatiche seborroica e psoriasi, la cura delle affezioni artroreumatiche e d’attivazione della circolazione.

Le cure e i trattamenti

Il percorso termale comprende piscine termali interne con temperatura dell’acqua che varia dai 34 ai 37°C e piscine esterne con temperatura dell’acqua che varia dai 30 ai 37°C.
In questo modo le strutture di Spello permetto di beneficiare dei seguenti trattamenti:

  • idromassaggio
  • fisioterapia
  • fanghi
  • trattamenti estetici
  • percorso vascolare (Kneipp)
  • cure idropiniche
  • balneoterapia
  • insufflazioni endotimpaniche
  • irrigazioni vaginali
  • aerosol
  • inalazioni
  • docce
Vengono inoltre praticati massaggi e trattamenti di estetica.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button