Località termali attiveTrentino Alto Adige

Levico Terme (TN) – Terme di Levico e Vetriolo

Levico Terme è una piccola perla della Valsugana, situata a poco più di 20 chilometri dal capoluogo trentino. Il paese è circondato a nord dai Monti Lagorai, Fronte e Panarotta dai quali sgorga l’acqua termale, a sud dagli Altopiani del Vezzena e del Lavarone e, lungo la fondovalle della Valsugana, dal Lago di Levico.
Storicamente i primi insediamenti umani nell’area si fanno risalire all’età del ferro,ma la città nacque in età romana e, anche grazie alla via imperiale Claudia Augusta Altinate che collegava Trento all’Adriatico passando per Altino nel veneziano, divenne nodo importante di traffici. Successivamente passò, nell’XI secolo, sotto il dominio longobardo e della città di Trento e, nel XVIII secolo, sotto il dominio austro-ungarico fino ai primi anni del 1900. Per volere dei sovrani viennesi nel XVIII secolo venne costruito, in stile neoclassico austriaco, il sontuoso Albergo delle Terme, con grande parco e, oggi, simbolo di Levico. Nel centro storico di Levico, tra edifici ottocenteschi in stile trentino, campanili e chiese locali, è possibile visitare la Chiesa del Santissimo Redentore del XIX secolo, mentre nelle vicinanze è bello visitare l’antica Pieve sul colle di San Biagio (XIV sec.), i ruderi del Castel Selva, antica fortezza del X secolo o fare lunghe passeggiate lungo il Lago, Bandiera Blu europea per la pulizia delle sue acque. Da Levico si possono visitare anche il Lago di Caldonazzo, la vicina valle dei Mocheni posizionata tra i Monti Lagorai e abitata da una antica comunità germanica, le cime del Vezzena, i siti archeologici e le numerose fortificazioni militari austro ungariche situate sulle cime montane nelle vicinanze.
Buona e gustosa la tavola locale. Polenta, salumi, la lucanica, carne salata, formaggi di montagna (tra cui il Vezzena ed il Lagorai), ricotte, funghi di vario genere, si accompagnano a piatti di polenta, ai ravioli ripieni n vari modi, ai canederli, al goulash ea tanti altri piatti. Non mancano i frutti di bosco che ben si sposano con yogurt e latte locali, né manca la produzione locale di birra artigianale, grappa trentina e, specialità locale, i “parampampoli” un caffè con aggiunta di vino, grappa e zucchero.
Le terme di Levico, costruite nel XVIII secolo, presentano oggi un unico grande complesso termale, che comprende lo stabilimento Centrale di Levico Terme e quello delle terme di Vetriolo.
Dalle montagne retrostanti sgorgano due tipi di acque minerali: l’”Acqua Forte” e l’”Acqua Debole”, entrambe acque ferruginose e meteoriche.

L’Acqua Forte, l’unica delle due utilizzata a scopo terapeutico, è rara in Italia e in Europa in quanto fredda alla origine, altamente mineralizzata e contenente metalli tra cui rame, manganese, magnesio, calcio e arsenico. La sua caratteristica principale è la colorazione rossastra cui si aggiungono importanti azioni biologiche sull’organismo tra cui: l’azione antibatterica, l’azione immunostimolante locale, l’azione trofica sulla cute e l’azione detergente.

Le acque

Quella di Levico e Vetriolo è un’acqua altamente mineralizzata, solfata, fortemente acida, ricca di ferro e metalli come rame e zinco, contenente tracce di arsenico in concentrazioni terapeuticamente efficaci.

Le indicazioni terapeutiche

Tra le qualità benefiche dell’acqua di Levico troviamo l’azione disinfettante e antinfiammatoria, l’azione trofica sulle mucose, l’azione stimolante sulle cellule epiteliali, l’azione miorilassante e l’azione stabilizzante del tono dell’umore.

Le cure e i trattamenti

Presso questi stabilimenti termali è possibile effettuare

  • balneoterapie
  • idromassaggi termali
  • fangoterapie
  • inalazioni
  • docce nasali anche micronizzate
  • aerosol sonico
  • aerosol ionico
  • irrigazioni nasali
  • ventilazioni polmonari
  • irrigazioni vaginali
  • cure fisiche
  • riabilitazioni motorie
Sono inoltre presenti reparti adibiti a massaggi tradizionali, massofisioterapia, kinesiterapia ambulatoriale o in acqua, terapia manuale osteopatica.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button