Località termali attiveCampania

Villamaina (AV) – Terme di San Teodoro

Villamaina è un comune in provincia di Avellino. Situato nella zona collinare dell’Irpinia, sorge su uno sperone di roccia dal quale si domina parte della vallata sottostante del Fredane. Le origini sono attestate all’epoca della dominazione normanna e l’economia è a carattere prevalentemente agricolo-pastorale.
La forma concentrica del piccolo abitato indica la configurazione urbanistica medioevale, all’interno ed intorno alle mura, oggi praticamente scomparse. Unica testimonianza è l’Arco Civico, antica porta di ingresso alla città. Interessanti sono la Piazza Risorgimento, centro del paese, completamente rivestita in pietra e delimitata da un solido muraglione; il Palazzo del Conte e la Chiesa di San Rocco con adiacente torre civica. Il paese fu seriamente colpito dal terremoto del 1980 e, oggi, ha un aspetto moderno.
Da non perdere chiese, siti archeologici e castelli che si trovano nel territorio circostante. In particolare, a poca distanza da Villamaina, merita una visita l’Area Archeologica della Valle d’Ansanto, detta anche “Mefite” per via del laghetto bollente dalle acque sulfuree che, con le sue emissioni gassose e caldissime, non permette la vita di fauna e vegetazione nelle immediate vicinanze. Tra il Comune di Villamaina e quello vicino di Frigento esistono due antiche vie: l’ Appia Antica, voluta dal console Appio Claudio, che collegava Roma a Brindisi, e la via Domizia (oggi chiamata via Napoletana), voluta dall’imperatore Traiano, che collegava Napoli all’Appia Antica, nei pressi di Romulea (l’attuale Bisaccia). Nei dintorni boschi di castagno e querce.
L’economia locale è basata, prevalentemente, sull’agricoltura (cereali, tabacco, ortaggi, vite e olivo) e sulla produzione di olio e vino, ma è importante anche l’attività turistica legata alle Terme di San Teodoro. Le cosiddette Terme di San Teodoro (Villamaina) hanno le fonti di acqua termale che si trovano nei pressi della località Fonte Formulano, nel punto in cui sono state ritrovate antichissime strutture di epoca romana.

Le acque

Le acque termali, ricche di anidride carbonica, sgorgano a una temperatura di 28°C e sono principalmente acque bicarbonato calciche, solfate, alcalino-terrose.

Indicazioni terapeutiche

Le acque termali esplicano un’azione cheratoplastica e cheratolitica sulla pelle; anticatarrale, antiflogistica e stimolante sulle mucose dell’apparato respiratorio; nonché stimolante della peristalsi sull’apparato digerente. In generale, queste acque vengono usate per curare patologie dermatologiche, vascolari, reumatiche e otorinolaringoiatriche; sono indicate anche per le malattie delle vie respiratorie e della locomozione.

Le cure ed i trattamenti

Oltre alla fangoterapia che è sicuramente il trattamento crenoterapico più in voga presso le Terme di San Teodoro, la struttura propone vari trattamenti tra cui cure

  • inalatorie
  • balneoterapia
  • insufflazioni endotimpaniche
  • percorsi vascolari
Trattamenti estetici, sauna, bagno turco, piscina riabilitativa, idromassaggio, piscine termali esterne e trattamenti estetici completano l’offerta.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button