Località termali attiveCampania

Vico Equense (NA) – Terme di Vico Equense (Scrajo Terme)

Vico Equense è un borgo assolato situato tra Castellammare di Stabia e Sorrento ed è collocato su un blocco tufaceo e calcareo: da un lato ha il mar Tirreno, la parte meridionale del golfo partenopeo e l’inizio della Costiera di Sorrento, dall’altro si spinge fino agli oltre 1400 metri di altitudine del Monte Sant’Angelo.
Il nome del comune deriva dal latino Vicus, per indicare i piccoli villaggi sparsi qua e là, e da Aequana, antica città che occupava l’attuale abitato. Vico Equense offre un bel centro storico con affacci a strapiombo sul mare, belle spiagge e soprattutto ottimi ristoranti. La cartolina più famosa di Vico è la facciata rosa dell’ex-cattedrale di Santa Maria Annunziata, costruita su uno sperone roccioso a picco sul mare. Si tratta di uno dei rari esempi di architettura gotica in penisola sorrentina, nonostante la sua facciata sia stata restaurata in stile barocco. Per quanto riguarda l’economia, a Vico Equense si vive di pesca, allevamento e agricoltura (uva, olive, ortaggi, frutta) nonché di piccole aziende di trasformazione alimentare. Importante il turismo, balneare e termale. Tra gli eventi di Vico Equense, da ricordare il 6 gennaio per la Festa delle Pacchianelle, un presepe itinerante che parte dal convento dei Padri Minimi di San Vito, con una processione in cui i partecipanti, con tipici costumi contadineschi che si ispirano al 1700, portano in omaggio a Gesù i prodotti della terra. Da non perdere l’appuntamento con la kermesse culinaria che ogni anno, ai primi di giugno, anima le strade della cittadina. Il programma dura tre giorni e prevede cene preparate dai migliori chef stellati d’ Italia. Quattro di questi chef sono di Vico Equense, testimonianza di creatività e buon mangiare.

Tra i prodotti tipici di Vico Equense va segnalata la pizza che, secondo gli abitanti, è nata proprio qui e si è poi trasformata da prodotto di forno a quella delizia creativa che conosciamo oggi: è sottile ma non troppo, con un bel ‘cornicione’ tutto intorno. Poi ci sono il provolone del Monaco, formaggio dop, dolce o leggermente piccante, le alici crude marinate, gli spaghetti con le vongole, i polpetti affogati, le sarde con patate, i panzarotti ripieni con pomodoro e mozzarella, il carpaccio di pesce spada agli agrumi, le cozze al gratin e la deliziosa torta ai limoni di Sorrento.
Da visitare, in città, la Chiesa della santissima Annunziata, a strapiombo sul mare, la settecentesca Chiesa dei Santi Cirillo e Giovanni, a croce latina, il Castello Giusso (XIII sec.) dove, secondo leggenda, si aggira il fantasma di Giovanna la Pazza (d’Angiò), il Museo Mineralogico con i suoi minerali e fossili e l’Antiquarium Silio Italico che contiene reperti e testimonianze dell’antica Vico.
Alle spalle di Vico Equense, il Monte Faito (della catena dei monti Lattari) un luogo che profuma di boschi di castagni e lecci, con una vista panoramica sulla costa ed il Santuario di San Michele Arcangelo.
Nelle vicinanze anche il Santuario di Santa Maria del Toro (XVI sec.) e, nella frazione di Massaquano, la Cappella di santa Lucia, con affreschi del 1300.
Se siete a Vico Equense inoltre dovete assolutamente passare una giornata allo Scrajo. Si tratta di un grande centro termale che sfrutta le proprietà terapeutiche dell’acqua sulfurea che sgorga da diverse sorgenti sottomarine. Le Terme, fondate agli inizi del secolo scorso, si affermarono sin da subito quale centro termale di eccellenza principalmente per le proprietà terapeutiche della propria acqua premiata, già nel 1897, dalla Società Italiana di Medicina Interna.

Le acque

L’acqua presente alle Terme di Vico Equense (Scrajo) è principalmente acqua termale ipertonica solfurea salso-bromo-iodica.

Indicazioni terapeutiche

L’acqua di Scrajo è utilizzata per curare patologie osteoarticolari, dell’apparato respiratorio nonché di pertinenza dermatologica e ginecologica. E’ indicata, inoltre, per malattie reumatiche e del ricambio, problemi estetici e cellulite.

Le cure e i trattamenti

Vengono proposte diverse terapie quali

  • bagni
  • fanghi
  • inalazioni
  • irrigazioni
  • idromassaggi
Si praticano, inoltre, trattamenti di
  • elettroterapia
  • fototerapia
Il centro termale dispone di una spiaggia con la presenza, in mare, di acque caratterizzate da una componente solfurea che svolge un’azione benefica a livello psico-fisico. Mentre, il Centro Benessere “La Spa Igea”, offre trattamento viso con bozzoli di seta, riflessologia plantare, linfodrenaggio, massaggi antistress, pressoterapia.

Come raggiungerci

Tags
Leggi tutto
Back to top button