BlogSalute & Benessere

Stress free area

A cura di Nicola Ucci

Freneticità e urgenza sono le due parole che meglio descrivono la società in cui viviamo. Troppe cose da fare e poco tempo per farle, pause che sembrano attimi, ritmi di vita incalzanti che fanno pensare al week-end (o solo al giorno libero) come un lontano miraggio o, addirittura, come una breve parentesi dentro la quale non ci si riuscirà nemmeno a rilassare; pensiamo persino a quante volte alla fine delle ferie si è sentita la frase: “Sono più stanco di prima”.

Forse, a volte, è il caso di fermarsi un attimo.

Esiste, a proposito, una medicina che studia i disturbi correlati allo stress, la psiconeuroendocrinoimmunologia, che ha stilato una lista della più comune sintomatologia derivata da questo stato ovvero: stanchezza cronica, difficoltà a concentrarsi e a esprimersi, alterazioni dell’appetito, mal di stomaco, mal di testa, aumento della pressione e una maggiore predisposizione ad ammalarsi.

Chi soffre di stress diventa, perciò, il perfetto candidato per un week end disintossicante all’interno di una struttura termale. Esistono, infatti, studi riportanti che i trattamenti termali aumentano il livello di endorfine, gli ormoni responsabili della sensazione di rilassatezza.

Vediamo, quindi, di seguito i trattamenti più adatti alle persone maggiormente colpite da stanchezza e stress:

Acqua healing: l’acqua healing ( o aqua healing) è la pratica perfetta per chi vuole fare il pieno di relax. È, infatti, una tecnica che porta, attraverso oscillazioni guidate sull’acqua, al completo raggiungimento della tranquillità e del rilassamento. Le sessioni durano circa un’ora e ognuna di queste è divisa in tre (nei casi più fortunati 4) fasi: prima il soggetto viene cullato sull’acqua fino a che non raggiunge il completo rilassamento, successivamente viene appoggiato su galleggianti e stimolato su arti e testa per giungere ad un’ulteriore soglia del relax e infine vengono praticati, fuori dall’acqua, dei massaggi sul corpo. I soggetti che arrivano alla quarta ed ultima fase, saranno in grado di dondolare sott’acqua in autonomia mantenendosi in apnea per un tempo considerevole.

Il potere del calore: valido alleato contro lo stress è proprio il calore e dove andarlo a cercare se non alle terme. Sia i bagni in acqua termale sia l’applicazione dei fanghi sono un toccasana per chi si vuole rilassare: l’acqua, infatti, arriva fino ai 38°C mentre i fanghi possono raggiungere i 42°C, livelli caloriferi tali da far espellere le tossine, favorendo la traspirazione.

Aromaterapia: è straordinario come con la semplice aggiunta di olii essenziali in una vasca da bagno si possano alleviare tensione e stress. Bastano 10 minuti immersi in acqua e olii essenziali di camomilla o lavanda per assicurarsi un boost di calma e tranquillità.

Floatation Tanks per scaricarsi: immersi in particolari vasche contenenti una soluzione composta per circa il 30% da sale Epsom, si verrà a creare una spinta idrostatica abbastanza potente da far galleggiare il corpo sulla superficie; il trattamento è previsto in una stanza buia e nel quale riecheggiano suoni e musiche rilassanti: questi fattori sono utili per calmare non solo il corpo ma anche la mente.

Massaggio shiatsu contro la tensione: tale tecnica prevede la pressione delle dita su diversi punti del corpo, direttamente relazionati con i differenti organi e le energie interiori. A livello fisico, il massaggio ha un’azione prevalentemente tonificante; mentre è a livello energetico ed interiore che si crea il beneficio più grande: con il massaggio si può ristabilire l’equilibro e consentire che l’energia torni a fluire liberamente.

Scegliendo una o creando una combinazione tra le tecniche sopracitate sarà possibile trarre benefici (anche sul lungo termine) e combattere finalmente tutti i sintomi causati dallo stress.

È chiaro che alcuni trattamenti necessitano di essere effettuati da una personale professionista e sono, perciò, inadatti al fai da te.

Tags
Leggi tutto

Potrebbe interessarti anche

Back to top button